.
Annunci online

  melicos Appunti di viaggio della Fabbrica del mobile per l'Ufficio Ecocompatibile
 
BENESSERE IN UFFICIO
 


Melicos by I.R.D. Group è un marchio.
Da sempre l'arredo è la ns. professione,
il ns. piacere la soddisfazione del cliente!
Attenti alle novità del mercato e della
comunicazione, all'etica dell'ufficio e
dell'ambiente.
Visita il ns. Show Room aziendale alla
S.S. 96 km 119.900 ZI a Modugno (BA),
scoprirai tante novità e sarai circondato
da professionisti per soddisfare ogni Tua
esigenza.
Per info: tel 080/5057074 - 080/5057081
Fax 080/5621794
 
Melicos: l'arredo che dura nel tempo
sempre al passo coi tempi
 

______________________________
Il presente Blog non è una testata giornalistica,
poichè non è soggetto ad aggiornamenti periodici.
Non può pertanto, considerarsi un prodotto
editoriale ai sensi della lex n.62 del 7/03/2001.
 Si precisa inoltre, che tutte le immagine di
questo blog, sono tratte da internet;
Nel caso in cui, alcune di esse, violassero
diritti d'autore, comunicatemelo.
Saranno subito rimossi
______________________________



www.sitmelicos.it

interessante evento fieristico



www.londonnewcastle.co.uk

________________________


UN GRANDE PROGETTO

GRANDE INIZIATIVA

www.riservaetica.org
________________________


www.melicosenergy.org



13 maggio 2009

L'Arte in Ufficio

Molto spesso ci imbattiamo in uffici “anonimi” e tristi, magari in luoghi poco illuminati e con il colore delle pareti sul grigio andante.

Questo tipo di ufficio non ispira certo allegria o senso di benessere, soprattutto se, come spesso accade a molti di noi, si deve lavorare in questi luoghi dove il tempo sembra trascorrere lentamente.

Se poi ce l'immaginiamo in quelle fredde e grigie giornate d’inverno, ecco che verrebbe quasi voglia di non uscire da casa.

Fortunatamente per ridare un po’ di colore e stile al nostro ufficio basta veramente poco.

Se non ci è possibile dipingere qualche parete della stanza, (vedi prossimo post su “I colori in Ufficio”), potremmo, ad esempio, appendere qualche quadro a tema che vivacizzi l’intero ambiente lavorativo, oppure osare con delle sedie per ufficio colorate. (nel nostro showroom aziendale, vi è un’ampia scelta di modelli e colori).

monet
Spesso non ce ne accorgiamo, ma la sola aggiunta di un bel quadro o in alternativa un poster raffigurante ad esempio un bel paesaggio, può rivitalizzare il nostro ufficio donandogli più colore e personalità, ma soprattutto portando famigliarità e accoglienza nel nostro ambiente professionale di tutti i giorni.

E a voi quale quadro vi piacerebbe avere nel vostro ufficio?

girasoli

VZ


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. arte ufficio colore benessere showroom sedie

permalink | inviato da melicos il 13/5/2009 alle 23:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 aprile 2009

Gli Attori della Sicurezza_Parte II

Nell’ultimo post riguardo la sicurezza sul lavoro, abbiamo parlato di alcuni degli “ATTORI DELLA SICUREZZA”.

Concludiamo pertanto la nostra panoramica definendo i restanti.

IL PREPOSTO: è la persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende all’attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE: è colui che, in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, coordina il servizio è designato, per.

IL MEDICO COMPETENTE: medico in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali previsti, che collabora, con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei rischi ed è nominato da quest’ultimo, per effettuare la sorveglianza sanitaria e per tutti gli altri compiti enunciati nel presente decreto.

medico competente

IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
: è la persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro.

VZ


5 aprile 2009

Gli Attori della Sicurezza

In base al decreto n. 81 del 2008 gli attori della sicurezza sono:

IL LAVORATORE;

IL DATORE DI LAVORO;

L’AZIENA;

IL DIRIGENTE;

IL PREPOSTO;

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE;

IL MEDICO COMPETENTE;

IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA.

Per lavoratore si intende

lavoratore dipendente

a)
la persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro, pubblico o privato, CON O SENZA RETRIBUZIONE, anche al sol fine di apprendere un mestiere. Dalla suddetta definizione sono ESCLUSI gli addetti ai servizi domestici e famigliari.

b) il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell’ente stesso; l’associato in partecipazione di cui all’articolo 2549 e seguenti del codice civile

c) il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196 e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro

d) l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione.

ATTENZIONE: è soggetto agli stessi obblighi e doveri il volontario, come definito dalla legge 1 agosto 1991, n. 266; i volontari del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e della protezione civile e il volontario che effettua il servizio civile.

Per definire la figura del DATORE DI LAVORO dobbiamo fare innanzitutto una distinzione tra il settore pubblico e quello privato.

datore di lavoro

Per quest’ultimo, si definisce datore di lavoro, il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, ha la responsabilità dell’organizzazione aziendale o dell’unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa.

Nel settore pubblico invece, si intende il dirigente al quale spettano i poteri di gestione, ovvero il funzionario non avente qualifica dirigenziale, nei soli casi in cui quest’ultimo sia preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale. In caso di omessa individuazione, o di individuazione non conforme ai criteri sopra indicati, il datore di lavoro coincide con l’organo di vertice medesimo.

Nel prossimo post continueremo con le definizioni dei restanti attori.

Alla prossima.


15 marzo 2009

Come rinascere durante la pausa pranzo

Il lavoro si sa, è stressante per tutti. E non colpisce solamente la nostra mente: spesso provoca anche malesseri fisici molto fastidiosi e difficili da curare. Non è necessario far riferimento a qualche studio scientifico per capire quanto siamo stressati in questa società in cui tutto va di corsa e non c’è mai il tempo per respirare e riposare un po’.

Ma noi della MELICOS vogliamo darvi soluzioni, consigli, suggerimenti pratici!

Perciò, come si cura lo stress da ufficio?

Semplice: con una buona e salutare pausa pranzo.

Come rinascere nella pausa pranzo?

Semplicemente trasformandola in un momento di benessere, perché pausa significa fuga, evasione, staccare dalla routine, andare da un’altra parte, anche solo con l’immaginazione.

pausa pranzo

Non solo un momento per mangiare! La pausa pranzo può essere usata in maniera utile e gradevole per svolgere impegni che durante la giornata sarebbe impossibile fare e che vi ritrovereste fatti la sera.

Un primo consiglio è di uscire dall’ufficio e non far si che il pranzo fra colleghi sia una routine. Questo perché sono persone che già vedete 8 ore al giorno!

Uscite all’esterno o meglio, obbligatevi ad uscire, perché la noia è una cattiva consigliera, mentre, prendere una boccata d’aria, fa bene al corpo ed alla mente.

Casomai chiedete ad un/una collega di accompagnarvi. Meglio ancora se una vostra amica lavori nelle vicinanze, potete darvi appuntamento e cosi fare una chiacchierata.

La cosa importante è variare.

Questo vi induce ad uno stacco completo dal lavoro e vi ricarica per le quattro ore che vi aspettano seduti alla vostra scrivania.

Se avete una pausa lunga almeno un ora, potete sfruttarla per andare in una palestra nelle vicinanze: ci guadagnereste anche in salute ed aspetto.

Ma se a vostra disposizione avete 30-45 minuti, allora per rilassatevi e distraetevi con un classico e bel libro.

Nella sezione MELICOS e LA LETTURA, troverete interessanti suggerimenti.

VZ


23 febbraio 2009

L'ARTE DI ARREDARE L'UFFICIO_COMINCIAMO CON IL FENG SHUI

 

Oramai con l’avvento di molteplici linee di arredo e tutto ciò che concerne l’office automotation, il mestiere dell’arredatore nel settore ufficio è mutato.

Da semplice arredatore è passato a vero e proprio organizzatore del sistema di lavoro, un consulente a 360gradi.

Bisogna tener conto delle esigenze, del lato psicologico, delle macchine che il cliente dovrà utilizzare, del gusto e del tipo di ambiente che si dovrà creare oltre naturalmente al budget economico a cui bisognerà attenersi.

Per questo l’arredatore/venditore dovrà necessariamente essere a conoscenza oltre che del prodotto che vende anche di altre nozioni, come le ultime innovazioni tecnologiche e gli ultimi studi sulla psicologia del lavoro.

Per questo parleremo dei colori da usare nell’ambiente di lavoro; indicheremo quali si adattano meglio a seconda delle diverse destinazioni d’uso, il significato delle loro scelte.

Ma oggi vogliamo partire da un qualcosa di insolito per l’ambiente ufficio: il FENG SHUI.

l'antica arte del feng shui

La filosofia del Feng Shui è una dottrina orientale finalizzata all'armonizzazione tra spazio ed elementi naturali, perciò supportare ed integrare l'architettura. 

Da oltre 4000 anni, ci insegna come l’uomo sia influenzato e influenzi in maniera determinante l’ambiente in cui vive e lavora.
Il significato letterare del termine è “vento e acqua”, i due elementi che modificano la terra; in particolare lo yin è rappresentato dall’acqua e lo yang è rappresentato dal vento, dall’aria, dal respiro. Lo yin rappresenta la parte femminile, oscura, mentre lo yang è la forza del fuoco, del caldo e rappresenta il maschile.

Una corretta applicazione del Feng Shui permette di creare il giusto equilibrio interiore e di assicurare pace e benessere a chi abita l'ufficio.

Partiamo dalla scrivania.

1. L'orientamento.

Fonte delle nostre ispirazioni, luogo delle nostre creazioni e testimone delle nostre fatiche, la scrivania non deve mai essere posta di fronte a un muro;.

E’ infatti ciò che ci sta di fronte a giocare un ruolo fondamentale per quanto riguarda l'ispirazione e la nascita di nuove idee.

2. Il posizionamento.

È fondamentale poter vedere dalla propria scrivania la porta in quanto da essa entrano tutte le energie, oltre che le persone che ci cercano. Una buona visuale è sempre alla base della nostra tranquillità interiore.

3. La forma.

A seconda dell'attività che si svolge è preferibile l'utilizzo di una forma piuttosto che un'altra. Infatti, per lavori che richiedono una buona dose di creatività, sono raccomandate le scrivanie rotonde, ovali o a semicerchio, mentre per lavori analitici e di contabilità sono consigliate quelle rettangolari o quadrate.

4. Gli oggetti.

È importante tenere sulla scrivania oggetti personali o foto che mantengano un legame con la parte restante della nostra vita. Questo ci aiuta a vedere il lavoro non come un elemento estraneo alla nostra esistenza, ma semplicemente come una parte costitutiva.

Assolutamente da evitare gli angoli vuoti. È consigliabile piuttosto riempirli con piante o con tavolini, per evitare che si accumulino le energie stagnanti e malsane.

Le finestre sono fondamentali. Infatti, oltre a favorire la creatività, aiutano le persone a non sentirsi in gabbia e a evitare le crisi d'ansia. La luce naturale, inoltre, è di gran lunga preferibile a quella artificiale.


sfoglia     aprile       
 

 rubriche

Diario
Melicos comunica...
MELICOS e l'arte...
Lo sapevi che...
MELICOS e l'AMBIENTE
I PERCHE' DI MELICOS
Melicos ipse dixit...
BENESSERE IN UFFICIO
PALESTRA IN UFFICIO
MELICOS e LA LETTURA...

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Melicos - arredo ufficio
melicos energy
etica d'impresa
I Saloni 2008
INTERIEUR 08 DESIGN COMPETITION
Nuova Mostra a Torino
Festival Internazionale di Roma
Torino capitale del design

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom